#VolandoconBinter

Todas las publicaciones

Già dai tempi della mitologia greca, che parlava delle Isole Canarie come “le fortunate”, i viaggiatori di tutto il mondo non hanno saputo resistere e sono andati ad apprezzare le loro bellezze in loco. Sono isole considerate “beate” grazie al clima mite, alle giornate piene di una luce speciale, di brezza marina e di molteplici e uniche risorse naturali. Eppure, pochi sanno che ogni isola è diversa, ognuna con il proprio fascino, il che crea indecisione al momento di scegliere la prima da visitare.

Gli Alisei soffiano sull’arcipelago, allontanando un possibile sviluppo di nuvole, favorendo il miglior clima del mondo, con temperature miti tutto l’anno. Questo ci permette di svolgere una vita all’aria aperta e, grazie al microclima, goderci un’infinità di attività al mare, in montagna, in acqua. Tutto sulla stessa isola e nello stesso giorno.

Le possibilità sono infinite ed è per questo che molti turisti si chiedono quale tra le isole delle Canarie bisogna visitare per prima. Con questo post speriamo di poter guidarti in modo da farti approfittare al massimo della cultura canaria!

Quante sono le Isole Canarie?

Dal 2018 le Isole Canarie sono ufficialmente otto isole: La Graciosa, Lanzarote, Fuerteventura, Gran Canaria, Tenerife, La Gomera, El Hierro e La Palma. Anche se c’è gente che dice che anche l’Isolotto di Lobos, al nord di Fuerteventura, sia un’isola abitata, ancora non è stata riconosciuta ufficialmente come tale.

Quale isola devo visitare per prima?

Se è la prima volta che viaggi alle Isole Canarie e non hai ancora deciso che isola scegliere, ci dispiace dirti che non c’è una sola risposta a questa domanda, ma ben otto, una per ogni isola: dipende dal tipo di vacanza che stai cercando. In questo post ti sveliamo le bellezze di ognuna di loro, anche se un’altra soluzione sarebbe visitarne più di una per viaggio: con Binter avrai a disposizione collegamenti con tutte le isole!

La Graciosa

La Graciosa - Playa de la Cocina-1

Conosciuta fino a poco tempo fa come “l’ottava isola delle Canarie”, dal 2018 lo è a tutti gli effetti. Con i suoi 70.700 ettari, le sue acque compongono la zona marina protetta più estesa in Europa e potrai trovarci delle specie uniche al mondo.

Si può accedere solo via mare, partendo dal porto di Órzola, a Lanzarote, e ci sono tre modi per scoprirla: a piedi, in bici o affittando un taxi turistico, visto che l’isola non è asfaltata e non ci sono macchine. Ci sono solo due villaggi, Caleta de Sebo e Pedro Barba, tutti e due circondati da spiagge dorate, paesaggi vulcanici e sentieri perfetti per fare una passeggiata in bici. Si tratta inoltre di uno dei migliori posti al mondo per fare immersione!

Se vuoi pernottare sull’isola, non ti scordare di prenotare in anticipo: dati i pochi alberghi è difficile trovare posto. Con Binter potrai arrivare in tutta comodità sull’isola grazie al nostro pack aereo + autobus + barca fino a La Graciosa, con un solo biglietto.

Lanzarote

lanzarote-1

L’isola di Lanzarote è forse una delle più spettacolari grazie al suo paesaggio vulcanico. Tutte le sue case sono bianche e il contrasto con il carbone (sabbia o cenere vulcanica) e il verde intenso della vegetazione è uno spettacolo tutto da ammirare. Lanzarote è riuscita a mantenere un’estetica molto singolare e la sua offerta culturale e artistica è elevata, grazie in particolare al segno che ha lasciato l’artista locale César Manrique.

La maggior parte delle sue spiagge sono di origine vulcanica, il che significa che molte sono di sabbia nera, un fenomeno che forse non avrai visto prima, ma ce ne sono anche di sabbia dorata. Viene soprannominata “isola del fuoco”, grazie al suo spettacolare paesaggio vulcanico che sembra appartenere a un altro mondo, come il Parco nazionale Timanfaya.

Inoltre, date le sue origini vulcaniche, il vino di Lanzarote è una dei migliori segreti dell’isola: possiede il marchio di tutela Denominación de Origen (equivalente alla Denominazione di Origine Protetta in Italia) ed è sorprendente vedere i vigneti nella terra lavica, soprattutto nella regione di La Geria, una zona protetta data la sua offerta culturale e paesaggistica.

Lanzarote è perfetta per chi cerca paesaggi sorprendenti e un’espressione artistica tradizionale. Il turismo non è ancora arrivato in massa sull’isola, il che la rende molto speciale e ideale per tutti i tipi di attività: fare sport all’aria aperta in qualsiasi epoca dell’anno, cenare e gustarsi un vino con amici nella zona del Charco de San Ginés ad Arrecife, andare per negozi nel centro della città, fare una nuotata al mare o nelle sue piscine naturali, godersi un concerto all’aria aperta, fare il percorso dei vulcani, avvistare delfini, passeggiare nel mercatino di Teguise e chi più ne ha più ne metta. Troverai sempre qualcosa da fare e, chissà, potrebbe anche essere il tuo primo approccio con uno sport d’acqua, come il surf, windsurf o kitesurf.

Fuerteventura

fuerteventura visitar

Fuerteventura è la seconda isola più grande delle Canarie e la preferita degli amanti delle spiagge paradisiache e selvagge circondate dalla natura, come quella di Corralejo: punto d’incontro per gli amanti degli sport d’acqua come il surf, il windsurf e il kitesurf, presenta condizioni idonee per dedicarcisi tutto l’anno.

Molti pensano che l’isola sia troppo tranquilla, visto che puoi avere chilometri e chilometri di spiaggia tutta per te, ma non lasciarti ingannare dalle apparenze: a Corralejo, nel nord dell’isola, si può trovare un’intensa vita notturna, mentre in altre zone dell’isola si può approfittare in famiglia dei tanti centri commerciali, parchi acquatici, parchi di divertimento e tanto altro.

Sull’isola si possono fare molte attività, come per esempio visitare l’Isolotto di Lobos in barca, fare un percorso di visita ai fari, andare alla spiaggia Popcorn Beach (chiamata così per la strana forma della sua sabbia), visitare la Punta de Jandía, scoprire El Cotillo e godersi un tramonto. Oppure vedere le spiagge deserte di Cofete e le sue montagne rossicce, visitare le grotte di Ajuy, osservare la montagna Tindaya o visitare le cittadine di Betancuria e Majanicho. Soprattutto, a Fuerteventura si mangia bene ovunque: dovrai assolutamente fare una gita alla Punta de Jandía e mangiare una zuppa di pesce, uno dei piatti tipici delle Canarie.

Gran Canaria

gran canaria

Conosciuta come “continente in miniatura”, a Gran Canaria potrai scoprire paesaggi molto diversi fra loro (spiagge di sabbia bianca, dorata, nera o di pietre) così come una città, Las Palmas de Gran Canaria, che si vanta di essere la più viva di tutte, con la sua ampia offerta di intrattenimento, gastronomia, ecc.

Ti consigliamo di scegliere Gran Canaria se quello che stai cercando è goderti il mare, la natura, un po’ di cultura, storia e festa, oppure se cerchi i migliori resorts delle Canarie per rilassarti circondato da tutto quello di cui hai bisogno senza dover pensare a niente, ma soprattutto se vuoi un posto tranquillo dove potrai però approfittare della città.

Ci sono molti posticini da scoprire e che molti non conoscono: ti consigliamo di fare trekking, dato che l’isola offre molti sentieri per tutti i livelli, imparare a fare surf sulla spiaggia della città, Las Canteras, visitare spiagge deserte come quella di GüiGüi, goderti un tramonto dalle piscine naturali di Agaete. Oppure puoi passeggiare per le strade di Gáldar, la prima capitale di Gran Canaria, festeggiare il Carnevale di Las Palmas de Gran Canarie o di Maspalomas, visitare le città vecchie di Agüimes, Ingenio, Arucas, Firgas, Moya, Teror o i più bei villaggi di pescatori come Tufia, Agaete, San Cristóbal.

Tenerife

tenerife

È probabilmente l’isola dell’arcipelago di cui avrai sentito parlare di più, data la sua fama come destinazione turistica che offre tutto ciò di cui si ha bisogno.

I due grandi nuclei urbani, Santa Cruz e La Laguna, sono al nord dell’isola. Qui potrai goderti spiagge di sabbia nera vulcanica, mentre al sud troverai sabbia bianca e fine. Troverai anche sabbie di pietra, che sono le più sconosciute: se non ti piace camminare tra le pietre, potrai fare un bagno in una delle piscine naturali.

Tenerife però ha molto da offrire, non solo spiagge. Potrai per esempio scoprire villaggi incantevoli e mangiare nei famosi “guanchinches”, ristoranti tipici che servono piatti della gastronomia canaria più tipica, accompagnati dal vino della zona.

Il fiore all’occhiello è però il Teide, che si può ammirare da quasi qualsiasi punto dell’isola: è il posto che più rappresenta Tenerife. Il Parco nazionale del Teide è stato dichiarato Patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO nel 2007, nella categoria dei beni naturali. Non puoi perderti questa meraviglia e respirare l’aria fresca della vetta più alta della Spagna.

Anche a Tenerife è imprescindibile un percorso dedicato ai fari, soprattutto per vedere il tramonto dalla Punta de Teno oppure a El Médano, dove potrai anche goderti la spiaggia. Altre fermate obbligatorie sono il percorso dedicato alle tapas a La Laguna, le feste della Calle de la Noria e il carnevale di Santa Cruz de Tenerife. Senz’altro un’isola con tantissime attività.

La Gomera

visitar la gomera

Un’isola piccola e tranquilla, La Gomera si trova al sudest di Tenerife, ma non lasciarti ingannare dalle sue dimensioni: la sua foresta di laurisilva è uno spettacolo da ammirare. Come potrai immaginare, non è un’isola molto turistica, ma con Binter puoi arrivare comodamente fino al suo aeroporto con uno scalo a Gran Canaria. Molti la considerano l’isola migliore per godersi la natura, grazie ai sentieri che la percorrono e il suo panorama, e una delle isole con la miglior gastronomia: dovrai assolutamente provare l’almogrote, i formaggi e i dolci della zona!

Se ti piace l’architettura coloniale, una gita alla capitale, San Sebastián de la Gomera, è d’obbligo. Se cerchi tranquillità, passeggiate nella foresta, viste incredibili, villaggi che conservano l’autenticità dell’arcipelago canario e vuoi scappare dallo stress, questa deve essere la tua destinazione.

El Hierro

visitar el hierro

Come La Gomera, è un’isola molto poco conosciuta al di fuori dell’arcipelago, ma il suo paesaggio è uno spettacolo degno di essere visto e vissuto: dichiarato Riserva della biosfera dall’UNESCO, El Hierro è diventata la prima isola autosufficiente ed è orgogliosa di poter dire che utilizza energia 100% rinnovabile, il che la rende un esempio di sostenibilità.

Perfetta per gli appassionati di trekking, snorkeling e di ambienti naturali, nasconde vari tipi di paesaggi a seconda dalla zona: al sud troverai il paradiso dell’immersione, La Restinga, e una delle migliori spiagge delle Canarie, Tacorón. Il suo microclima potrebbe farti passare la mattinata in spiaggia e il pomeriggio farti accendere il camino in una baita per colpa del freddo e della nebbia. Non potrai perderti il villaggio de las Calcosas, il Charco Azul, Frontera, il tramonto visto dal faro di Orchilla o dal Mirador de la Peña, Tamaduste o un bagno nelle piscine naturali di La Caleta.

Cerchi un posto da visitare alle Canarie diverso da tutto il resto? Scegli El Hierro, perché vivrai un’esperienza che sarà difficile da dimenticare.

La Palma

visitar la palma

Conosciuta come “isla bonita”, è piena di paesaggi verdi, fiori, vulcani e storia. È anche una delle isole con maggior altitudine, il che permette di godersi un cielo notturno spettacolare, visto il poco inquinamento luminoso. Se sei un appassionato di astronomia, una foto alla Via Lattea dal Roque de los Muchachos è d’obbligo.

Nonostante la sua caratteristica rurale e tranquilla, a La Palma si svolge una delle migliori feste dell’isola: los Indianos. È una festa tradizionale basata sulle caricature dei canari che emigrarono a Cuba, e che al loro ritorno ostentavano le ricchezze ottenute in terre lontane. Uno degli aspetti più curiosi della festa è il lancio di borotalco e le vesti dei partecipanti: tutti vestiti di bianco.

Parlando di contrasti, i turisti si sorprendono molto guidando nel tunnel che collega San Cruz de La Palma con l’altra parte dell’isola, El Paso. Molti lo chiamano il tunnel del tempo, perché possono esserci giorni dell’anno in cui fa molto freddo da un lato, ma quando esci dall’altro lato trovi una giornata di piena estate.

Troverai anche paesaggi particolari, montagne e sentieri dove fare lunghe passeggiate, città vecchie coloniali e una gastronomia dove i formaggi, i dolci alle mandorle e il miele sono i protagonisti.

Quale isola devo visitare per prima?

Come hai potuto vedere, le Canarie offrono tantissime esperienze e avventure: perché sceglierne solo una se una alla volta potresti conoscerle tutte? Scopri un vero paradiso col miglior clima del mondo!

Publicado por: BinterCanarias
Publicado por: BinterCanarias
Toda nuestra actividad, todas las piezas de nuestro engranaje, están orientadas hacia un único fin: ofrecer a nuestros clientes el mejor servicio.

Relacionados

I vantaggi di viaggiare alle Canarie in autunno

Perché ti consigliamo un viaggio alle Isole Canarie in autunno Le Isole Canarie hanno un clima privilegiato che le rende una destinazione ideale in qualsiasi epoca dell’anno. Tutto è dovuto alla loro posizione geografica privilegiata: la corrente del Golfo che bagna le loro coste, l’influenza dell’anticiclone delle Azzorre in inverno e la temperatura regolata dai venti Alisei, fanno dell’arcipelago canario un posto unico. Ciononostante, l’autunno è la stagione ideale per un soggiorno e per scoprire gli otto paradisi canari: è il momento perfetto per approfittare di prezzi unici, pochi turisti e temperature miti. Non perdere l’opportunità e viaggia alle Canarie questo autunno. Hai dubbi su che isola visitare? Segnati tutto!

Immersione alle Isole Canarie

Alle Isole Canarie potrai trovare una grande varietà di attività nautiche perfette per gli appassionati del mare. Tra le più amate si trova l’immersione, grazie agli incredibili fondali marini che si trovano nell’arcipelago canario.

Spiagge per cani a Gran Canaria

Le Isole Canarie sono senza dubbi una delle destinazioni turistiche più popolari in Europa, grazie soprattutto al loro clima eccezionale, con delle temperature piacevoli tutto l’anno e delle spiagge perfette per fare un bagno.