#AlleCanarieConBinter

Tutti i post

Gran Canaria è conosciuta come il continente in miniatura o l'isola rotonda. Si tratta di un'isola ricca di storia, poiché fu una delle destinazioni che Cristoforo Colombo raggiunse prima di partire verso l'America, ed è anche stato il luogo di nascita di grandi artisti come l’autore spagnolo del secolo XIX, Benito Pérez Galdós. Oltre alla sua stupenda capitale, di cui ne abbiamo già parlato su questo blog, c’è tantissimo altro da vedere. Sei pronto a scoprire l’isola?

Arucas_2439-1

Luoghi incantevoli nel nord dell’isola: Arucas, Agaete e Teror

Molto vicino a Las Palmas de Gran Canaria, a soli 17 km a nord, troviamo il comune di Arucas.

Il suo patrimonio storico e artistico comprende la chiesa di San Giovanni Bautista, popolarmente conosciuta come la Cattedrale di Arucas. Ti consigliamo di fare poi una visita alla Fabbrica di Rum di Arehucas, fondata nel 1884, uno dei luoghi più visitati del comune dovuto alla tradizione di questa attività produttrice nella zona. Inoltre, troverai La Casa e il Giardino della Marchesa, spazi naturali in stile romantico che si possono visitare. E se vuoi fare delle foto panoramiche, hai la possibilità di salire sulla Montagna di Arucas, un eccellente punto panoramico dove potrai contemplare una delle più belle viste del nord dell'isola. Infine, se hai voglia di farti un bel tuffo, ti consigliamo di visitare la spiaggia di Bañaderos-El Puertillo, le piscine naturali di Los Charcones e la spiaggia di Sant’Andrea.

Scarica la guida gratuita delle Isole Canarie

Agaete-1

Continuiamo il nostro percorso ad Agaete, una città marittima che ospita una delle più importanti necropoli degli antichi abitanti delle isole, con sepolture che risalgono a più di 1.300 anni fa. Non dobbiamo dimenticare che in questo comune si coltiva un caffè unico in Europa, grazie al suo clima particolare che gli conferisce un sapore e un corpo speciali. Ti consigliamo di mangiare un buon pesce con patate rugose nei numerosi ristoranti del porto delle Nevi, e se viaggi d’estate di non perderti la famosa festa della Rama, che rende il comune uno dei luoghi più autentici e affollati, e risulta semplicemente spettacolare!

Teror_3194-1

Infine, non puoi andartene dal nord dell’isola senza assaggiare il chorizo di Teror. Questo villaggio prende il suo nome dai primi abitanti dell'isola ed è principalmente conosciuto perché ospita l'immagine della Vergine del Pino. La città è conosciuta anche con il nome di Villa Mariana di Teror e oltre a essere un centro di pellegrinaggio per gli abitanti delle Canarie, fin dal secolo XV, è nota per l'industria agricola sviluppata nelle sue vicinanze. La piazza principale ospita ogni domenica un mercatino, dove è possibile acquistare i magnifici formaggi canari, dolci e altre specialità regionali.

Scarica la guida gratuita delle Isole Canarie

Il centro dell'isola: San Mateo e Tejeda

Gran Canaria ha tanti paesaggi diversi, prova di ciò è il centro dell'isola con la sua famosa "tempesta pietrificata", come il famoso filosofo spagnolo Miguel de Unamuno chiamò alla sua cima più alta. Lungo la strada del centro, si arriva a San Matteo, un bel villaggio il cui mercato agricola e artigianale è diventato il principale motore economico del paese. È aperto solo il sabato, dalle 08.00 alle 20.00, e la domenica, dalle 08.00 alle 15.00 ore. Ti consigliamo di fare anche una passeggiata nella città vecchia, in stile coloniale.

 

Roque Nublo florecido horizontal-1

A pochi chilometri si trova il comune di Tejeda, uno dei villaggi più belli della Spagna. Tejeda è una fermata obbligatoria per chi vuole scoprire il ricco patrimonio archeologico dell'isola e allo stesso tempo assaggiare i buonissimi dolci alle mandorle, seme che cresce in abbondanza nella zona. Per quanto riguarda invece gli spazi naturali, in questo comune si possono visitare sia il Roque Nublo, monolite simbolo dell'isola, che il Roque Bentayga, formazione geologica unica, le Grotte del Re, il Centro d'Informazione del Paesaggio Culturale Risco Caído e le Montagne Sacre di Gran Canaria. Ti consigliamo anche di fare una visita alla Croce di Tejeda, l'epicentro del trekking sull'isola da dove partono parecchi sentieri, e di recarti anche nella zona turistica della cima. Lungo il percorso vedrai asini (i loro proprietari permettono ai bambini di salirci sopra e di farsi la foto per qualche moneta), così come galli, galline e pulcini che corrono accanto alle bancarelle che vendono prodotti tipici delle Canarie, come i deliziosi dolci al miele o alle mandorle, oppure il marzapane.

Sudest di Gran Canaria, tradizione e gastronomia

Se vuoi apprezzare sia la tradizione che la gastronomia dell’isola, devi assolutamente visitare il sudest dell'isola. Ti consigliamo di recarti ad Agüimes, un villaggio meraviglioso con un centro storico molto Instagrammabile, come la Piazza di San Antón.

 

Agüimes-1

Il comune è anche sede del burrone di Guayadeque, dove ti consigliamo di visitare il centro di visitatori, per scoprire tutto sui costumi degli indigeni delle Canarie che abitavano in questa zona. Qui troverai diversi ristoranti costruiti all'interno di grotte scavate nella roccia, dove si può assaggiare tutto il cibo locale a prezzi molto bassi. Da qui nasce anche un sentiero di sette chilometri che ti porta alla caldaia vulcanica dei Marteles, uno dei più bei percorsi di mandorli in fiore dell'isola, che fioriscono tra i mesi di gennaio e febbraio.

Un altro comune altamente raccomandato nella zona sudest è Ingenio, una città artigianale attraversata dalla Rotta dei Mulini d’Acqua, che ti permetterà scoprire tutto il centro storico. Nella zona si trova il Parco Néstor per farsi una bella passeggiata e la Casa de Postas, centro culturale dove i visitatori possono osservare come funziona l'artigianato del punto traforato. Il comune ha molti ristoranti per poter assaggiare il cibo tipico della zona.

Scarica la guida gratuita delle Isole Canarie

Chilometri di spiagge, dune e bel tempo: Meloneras, Maspalomas, Spiaggia dell’Inglese e Mogán

 

Maspalomas vista Faro-1

Se c'è una cosa che caratterizza il paesaggio di Gran Canaria, sono senza dubbio i suoi chilometri di spiagge, dove le dune di Maspalomas sono le protagoniste. Sia a sud che nella capitale, devi assolutamente recarti al mare. Tre spiagge che spiccano troverai: Maspalomas, la Spiaggia dell’Inglese e Meloneras. Tutte e tre sono piene di alberghi e godono di un'attraente vita notturna.

Le prime due spiagge sono unite tra di loro, suddivise in varie zone a seconda dei bar che esistono sulla spiaggia. Tra il bar numero tre e il sei, si trova la zona nudista. Proprio accanto al beach bar numero sei c'è una curva che collega Maspalomas con la Spiaggia dell’Inglese. Verso la fine della spiaggia, a Maspalomas, si trova il faro, un altro punto di riferimento dell’isola. Meloneras è invece una zona relativamente nuova, che risulta perfetta per fare shopping, mangiare un gelato o godersi un pasto in riva al mare.

 

Faro Maspalomas-2 (1)-1

A pochi metri dal lungomare si trova la Riserva Naturale delle Dune di Maspalomas, composta dal Palmeto, lo Stagno e le Dune, che scorrono accanto al mare. Tutta la zona è un enorme spazio naturale da non perdersi. Sopratutto se hai l’opportunità ti consigliamo di visitate il belvedere delle Dune al tramonto, poiché è un'esperienza spettacolare ed emozionante che non dimenticherai mai. Tenendo conto che è uno spazio protetto, quindi dovrai essere rispettoso al massimo durante la tua visita.

 

Mogan_01-1

Concludiamo il nostro tour di Gran Canaria a Mogán, conosciuta come la Venezia delle Canarie. Si tratta di un villaggio con un porto perfetto per passeggiare che è pieno di terrazze. I suoi canali le valsero questo soprannome ed è uno dei luoghi perfetti per scattare foto da sogno. In questo comune troverai le spiagge più famose dell'isola: Arguineguín-Patalavaca, Anfi del Mar, Puerto Rico, Amadores, Tauro, Playa del Cura e Taurito.

Scarica la guida gratuita delle Isole Canarie

Come si può vedere, a Gran Canaria c’è tantissimo da fare. La sua temperatura media di 24 gradi assieme a una natura molto speciale, la rendono una destinazione perfetta per spendere le tue vacanze. Ricorda che Binter ti porta da Venezia, Torino e Firenze.

Binter Canarias
Binter Canarias
Tutta la nostra attività, tutti i pezzi della nostra attrezzatura, sono orientati verso un unico obiettivo: offrire ai nostri clienti il ​​miglior servizio.

Imparentato

Scopri le isole di Gran Canaria e Lanzarote in una settimana

Le Isole Canarie sono “quel bouquet di fiori che spunta dal mare”, come dice la canzone una famosa canzone spagnola. Otto isole di ineguagliabile bellezza che non possono essere paragonate tra loro, poiché ognuna ha una propria personalità che la rende unica. Binter presenta un servizio che permette di scoprire due destinazioni durante lo stesso viaggio. Grazie a Binter Discover Stopover potrete scoprire le Isole Canarie come hai sempre desiderato. Scopri qui le condizioni di questo servizio per visitare Lanzarote e Gran Canaria in una settimana.

Cosa fare e vedere sull’isola di La Graciosa

A nord-ovest di Lanzarote si trova La Graciosa, l'ottava isola delle Canarie, un autentico paradiso di pace e tranquillità senza traffico e pochi abitanti, con spiagge di sabbia dorata e acqua turchese. In questo articolo vogliamo descrivere nel dettaglio le caratteristiche di quest'isola paradisiaca e quali sono i luoghi da visitare per il tuo viaggio con Binter.

6 piatti tipici delle Isole Canarie

La gastronomia delle Isole Canarie si distingue per la sua ricchezza, varietà, multiculturalità e squisitezza. È una gastronomia in cui spiccano piatti semplici, al cucchiaio, con carne, mais (miglio), ceci, verdure, patate e, naturalmente, il delizioso mojo. Ecco i sei piatti tipici che non devi assolutamente perdere se viaggi alle Isole Canarie.